Sia benedetta la patata

 Sia benedetta la patata

Sia benedetta la patata
ed il buon Dio che l’ha creata.
In natura la regina,
in tutto il mondo si cucina.
Novella oppur d’annata
da bianchi e neri è apprezzata,
e non ci vuole una gran scienza
per dir che non ne puoi star senza.
Ma c’è qualcuno, a dire tutto,
cui non piace questo frutto
preferendo, lui meschino,
un bel turgido zucchino.
Noi non tange questa cosa
che abbiam preso come sposa
una donna preparata
a cucinarci la patata.
Paffutella e delicata
non fa male la patata,
preparata a tutte l’ore,
con licenza del dottore,
e stuzzicante aperitivo
o rilassante digestivo.
Ogni tipo di patata
è da noi ben’accettata,
ma tra l’esotica e la nostrana
preferiam la marsicana,
col gusto sapido e genuino
della terra del Fucìno.

Poesia di Vincenzo Buccella – La Patata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...