Per tutta la nostra vita noi donne non facciamo altro che sognare

corteggiamento-classico

Per tutta la nostra vita noi donne non facciamo altro che sognare il principe azzurro: lo immaginiamo bello, ricco e sensibile, pieno di fascino e pronto a lottare contro 100 draghi per conquistare il nostro cuore. Poi, irrimediabilmente, chissà perché, finiamo per innamorarci del pirata! Anzi, se nelle vicinanze dovessimo incontrare un mezzo principe che sbava per noi e ci promette una vita perfetta, lo allontaneremmo in men che non si dica con le solite parole: <<Mi dispiace, ma ti vedo solo come un amico!>>. E già, perché col passare del tempo la ricerca del principe si trasforma in una tendenza a scegliere sempre lo stronzo!

Noi cerchiamo qualcuno da domare, perché a noi donne piacciono le sfide impossibili e, inoltre, abbiamo tutte un’innata vocazione da crocerossina! Per questo andiamo alla ricerca del tipo che di perfetto non ha nulla, che ci tratta nel peggiore dei modi e con un carattere talmente insopportabile che più che assomigliare al principe azzurro, ricorda vivamente la matrigna di Cenerentola! Eppure, improvvisamente, ce la facciamo! Già, molto spesso siamo noi ad avere la meglio sullo stronzo dal cuore di pietra!

Perché a volte, dopo aver sopportato e annientato i suoi amici scemi sempre intenti a convincerlo che la monogamia sia passata di moda, dopo aver interpretato parole e messaggi confusi neanche ci trovassimo dinanzi all’oracolo di Delfi, dopo aver aspettato per giorni una chiamata che non arrivava mai e aver pianto disperatamente con le amiche, alla fine lui cede. Chissà perchè, chissà cosa mai gli sarà passato per quella mente contorta, lui cede e sceglie te fra tutte le altre.

Non gli importa più di girare sulla giostra, ma vuole soltanto stare fermo con te, iniziare una nuova vita, impegnarsi in un rapporto serio e maturo. E lì ti senti al settimo cielo! Finalmente ce l’hai fatta! Hai conquistato il cuore vagabondo del pirata e l’hai fatto tuo, coronando il tuo sogno d’amore.Passano così i giorni, i mesi, gli anni e cominci ad avvertire uno strano senso d’inquietudine, qualcosa che ti solletica l’anima fastidiosamente. Osservi il tuo uomo e lo vedi là, arenato sul divano con nessuna intenzione di uscire con gli amici che gli propongono da mesi un’alcolica rimpatriata; lo vedi remissivo ad ogni tua richiesta, non ti manda più messaggi contorti, anzi, non ti manda proprio più messaggi.

Sembra quasi addomesticato per bene! Adesso sembra  davvero assomigliare a quel principe azzurro che aspettava per ore sotto il balcone della sua amata, sempre pronto a realizzare ogni suo desiderio; adesso che lo guardi bene, ti viene da pensare a quel povero ragazzo che ti sbavava dietro anni prima e, riflettendoci un po’ su, la prima frase che ti passa per la mente è:

<<MI DISPIACE, MA TI VEDO SOLO COME UN AMICO!>>.

 

Alla ricerca del principe azzurro di Giulia L. da  www.ewriters.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...