Lettera al mio ragazzo dopo un litigio (esempio)

Lettera al mio ragazzo dopo un litigio: un esempio

Amore mio,
 
è un momento difficile per me perché mi trovo a scriverti dopo quello che ci siam detti l’uno all’altra. Mi riesce difficile perché non avrei mai voluto che si creasse questa situazione e che arrivassimo a dirci certe cose. Mi riesce difficile, amore mio, perché ti amo e sai che per me sei una delle cose più belle che mi siano capitate. Ti amo, amore mio: tienilo sempre a mente e non dimenticarlo perché potremo anche litigare un giorno intero ma il mio cuore conserverà di te sempre l’immagine del principe che mi ha conquistata.
 
Sì, amore mio, forse non te lo dico spesso o forse non te l’ho fatto capire abbastanza: tu per me sei la stella più bella del cielo, il mio rifugio dalle intemperie, un porto dove attraccare quando le tempeste della vita sembrano scatenarsi e non terminare più. Sei il mio principe, la persona più giusta che avrei mai potuto chiedere alla vita. Non sono frasi fatte o parole a caso, amore mio: credo in te, credo nella nostra storia e anche se abbiamo litigato non vorrei mai che tra di noi finisse così.
Anzi, amore mio: non vorrei mai più arrivare al punto in cui siamo arrivati perché, sai, litigare dicono che rafforzi i rapporti ma io mi sento distrutta. Non riesco a immaginarti mentre gridi o mi rispondi male senza poi prendermi e far pace dopo pochi istanti; non riesco a pensarti nervoso per più ore e giorni. Ho tutt’altra immagine di te e sono sicura che anche tu, che mi ami, lo so, ne hai un’altra di me: vorrei non arrivare più a questi scontri perché se da una parte fortificano dall’altra mi fanno stare male davvero.
 
Quante volte devo dirti che ti amo, amore mio? Quante volte devo dirti che sei il mio orgoglio e la mia più grande conquista? Quante volte devo dirti che ringrazio la vita per avermi fatto incontrare uno come te quel giorno? Infinite volte, amore mio. Infinite volte voglio dirtelo e gridare al mondo intero che sei la mia gioia, sei la mia speranza, sei la mia vittoria.
Anzi, amore mio: non vorrei mai più arrivare al punto in cui siamo arrivati perché, sai, litigare dicono che rafforzi i rapporti ma io mi sento distrutta. Non riesco a immaginarti mentre gridi o mi rispondi male senza poi prendermi e far pace dopo pochi istanti; non riesco a pensarti nervoso per più ore e giorni. Ho tutt’altra immagine di te e sono sicura che anche tu, che mi ami, lo so, ne hai un’altra di me: vorrei non arrivare più a questi scontri perché se da una parte fortificano dall’altra mi fanno stare male davvero.
 
Quante volte devo dirti che ti amo, amore mio? Quante volte devo dirti che sei il mio orgoglio e la mia più grande conquista? Quante volte devo dirti che ringrazio la vita per avermi fatto incontrare uno come te quel giorno? Infinite volte, amore mio. Infinite volte voglio dirtelo e gridare al mondo intero che sei la mia gioia, sei la mia speranza, sei la mia vittoria.
 
E infinite volte vorrei scrivertelo, disegnartelo, cantartelo: infinite volte voglio dirti, e dimostrarti, che sei stupendo con i tuoi mille pregi e i tuoi difetti, sei bello così come sei, e che forse, se riuscissimo a pensare alle cose belle che fanno parte della nostra storia, tutto questo non succederebbe. Voglio impegnarmi, amore mio, e spero che voglia farlo anche tu perché noi insieme siamo bellissimi e pensare a una vita senza te mi logora. Ti amo, amore mio. Grazie per esserci stato ed esserci tuttora. E scusami, amore mio. Scusami davvero.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*