Dicembre una poesia di Guido Gozzano

Dalla profondità dei cieli tetri

scende la bella neve sonnolenta,

tutte le case ammanta come spettri;

di su, di giù, di qua, di là, s’avventa,

scende, risale, impetuosa, lenta,

alle finestre tamburella i vetri..

Guido Gozzano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...