A mia Madre

A Mia Madre

Se penso alla mia vecchia casa
sento il treno vaporare di gioia
poi vedo te giovane, bella e sorridente
quanta luce vedo nei tuoi occhi.

Poi vedo un bambino sereno e felice
quanto entusiasmo vedo nei suoi occhi
quanto tempo è passato
quante cose sono cambiate.

Ora vedo il tuo viso triste e stanco
Quanta sofferenza,vedo nei tuoi occhi
mi rattristano i tuoi dolori più che fossero i miei

Ora quando sono molto lunghe e dure le mie notti
penso alla mia vecchia casa
per sentire il treno vaporare di gioia
per ritrovare il mio entusiasmo
per ritrovare il tuo sorriso.

Donato Norillo – Novembre 2008

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...